Un po' cazzeggio e un po' no, dipende dal giorno

Articoli con tag ‘semi cazzate’


L'economia di questo blog si arricchisce di un asterisco…
Chi indovina chi è?

Temperature


Alle 19.23, dopo sei ore di ombra e le tende abbassate da stamattina alle sei e mezza il termometro messo sul balcone segna 34,5°.
Il condizionatore in camera mia non riesce ad abbassare la temperatura sotto i 26° (che comunque passando dalla cucina alla camera si ha la sensazione che ci voglia il giacchetto!).
Domani sarà più caldo, EVVIVA!
Intanto per rinfrescare la cucina ho acceso il forno e faccio il pollo con le patate, tiè!

Dilemmi


Stamattina il treno maledetto è arrivato in ritardo di 15 minuti e per giunta ci ha lasciati alle Laziali (per chi non è pratico è un chilometro di passeggiata per raggiungere la testa dei binari e quindi l'uscita).
Arrivati in stazione una voce ci ha comunicato che le linee regionali saranno oggetto di manutenzione straordinaria.
Vado a vedere e scopro che il treno maledetto è tra quelli interessati.
Prevedono 5 minuti di ritardo.

Il dilemma è:
a- Si aggiungeranno a quello che di norma lo caratterizzano?
b- Arriveremo con soli 5 minuti di ritardo invece dei normali 15?

 

Vediamo chi indovina…


111

Raccolta differenziata


Seguendo le italiche vicende la mia mente sempre in fermento è stata colpita in modo subliminale dalle avvenenti, e talvolta rifatte, protagoniste.
Tutta invidia dirà qualcuno.
Come me ne sono accorta si domanderà qualcun altro.
Presto detto.
La mia mente ha eleborato un quesito al quale al momento non ho trovato risposta.
Quando una siliconata o botulinata (vale ovviamente anche al maschile) muore come vengono trattate le materie plastiche presenti nel corpo?
Cioè il silicone è inquinante e il botulino è quello che si genera nei prodotti a lunga conservazione ed è mortale.
Quindi se me le cremano bruciamo la plastica e si inquina, se me le sotterrano mi possono inquinare le falde acquifere….
Insomma io butto l'immondizia praticamente tutta la settimana e poi accade questo?????

Qualcuno ha idee?

Bastarda inside


Qualche tempo fa mio padre aveva preso il vizio di dirottarmi sul cellulare o al numero fisso di Roma tutte le chiamate dei call center che pervenivano a Siena, si divertiva come un matto ben sapendo che io detesto questo tipo di telefonate, lo faceva perchè sono ufficialmente l'intestataria delle utenze.
L'ho minacciato di cose turpi quando fosse stato vecchio e infermo: mi rideva in faccia… lo minacciavo di ripagarlo con la stessa moneta: con occhi di ghiaccio (gli stessi che spaventavano i miei amici da adolescenti) mi diffidava…
Stasera ha chiamato un'emissaria di Fiorello…. gli ho rifilato il suo numero! Alla obiezione della signorina:"Ma non è che poi suo padre mi dice che devo parlare con lei?" ho risposto serafica:"Tanto le bollette a Siena e a Roma le paga lui!"
E ora vediamo se smette!

F.S.


Verso la fine di novembre uno dei pochi neuroni funzionanti che ho è giunto alla conclusione che mi sarebbe costato meno acquistare i biglietti del treno piuttosto che l'abbonamento mensile (non essendo residente non posso fare quello annuale). Risparmio = 10 € al mese.
Da qui la decisione di acquistare 6 abbonamenti l'anno (da detrarre nella dichiarazione dei redditi) e sei mesi biglietti. Non so da cosa derivi questo contagio al risparmio così poco consono a me ma tant'è.
Dicembre tutto ok, Gennaio era avviato ugualemnte bene, di solito il lunedì mattina acquisto 8 biglietti per l'intera settimana (il venerdì vado in macchina).
Stamattina all'edicola spiccava il cartello "BIGLIETTI PER ROMA ESAURITI" (se è per questo anche i viaggiatori sui carri bestiame ma tralasciamo), chiedo numi e l'edicolante mi dice che sono in ristampa, vado alla biglietteria: il solerte impiegato alla richiesta di un biglietto (credevo me lo dovesse stampare) stacca il medesimo da un blocchetto uguale uguale a quelli che ha il giornalaio. Vedendo che mi sta dando uno di quelli chilometrici che uso di solito gliene chiedo 8 aggiungendo incautamente "visto che li ha" e lui molto molto seccato mi informa che così facendo li finisce…
Lui non finisce i biglietti visto che fa il bigliettaio… è che poi gli tocca stamparli, nella fattispecie deve inserire in un qualche pc la stazione di partenza, quella di arrivo e probabilmente l'orario e poi deve premere un tasto per la stampa: 23 tasti + la stampa, lunedì prossimo gli porto un pacchetto di fazzoletti tergisudore!

 

Ogni promessa è un debito…


Chi mi conosce sa che mal sopporto i debiti e ancor di più amo le sfide
Qualche tempo fa sul blog di LGO si parlava delle professioni che ci sarebbero piaciute da bambini:
questa è la versione Viv veterinaria (non ho foto dove assisto veramente il veterinario nelle operazioni)

veterinaria

C' è stata poi la parentesi atletica…

ginnica

Con un passaggio nella musica e uno nella vita agreste… non ho travato foto che testomoniano il futuro da cow girl nè quello da poliziotta… mia madre interpellata al bisogno manca poco chiama la neuro…

indecisione


Mi sembra di aver accennato, su queste pagine, di avere una fastidiosa epicondilite, anche conosciuta come "gomito del tennista".
Una concreta seccatura che blocca il btaccio all'altezza del gomito.
Dopo gli antinfiammatori per boca, dopo un'ecografia, dopo un tutore, dopo due scatole di cerotti specifici… siamo arrivati, forse alla conclusione:

Solo a Siena trovi gli antinfiammatori… per i cavalli!
Vi aggiorno se funziona… io ho iniziato stasera….

Prendi due, paghi uno…


Come le offerte della Coop 😛
Ci sono due cose che mi premono stasera e per vie tangenti potrebbero intersecarsi… (e abbiamo sistemato una parte di matematica trigonometrica :-P)
La prima è quella che mi preme meno, ma da qualche parte devo aver letto che per catturare il lettore si deve mantenere alta la suspance, noi periti elettronici abbiamo pochi mezzi a nostra disposizione e di norma siamo considerati alla stregua dell'ultimo degli ultimi specie nel campo delle "lettere" (intesa come letteratura)
Ricevo una mail di "critica letteraria" infarcita di stronzate tipo:"Assonante, questo estroflesso ascolto del sentimento dell' io lirico" oppure: "Il Magnificat inaugurale innalza quasi a fenomenologia epistemologica la raccolta poetica della ricerca, ça va sans dire, di una collocazione diacronica del sè nel mondo, irradia con fiochi bagliori di istintuale denuncia il cammino che la giovane autrice intraprenderà nei versi successivi, inerpicandosi in esplorazioni gutturali, semiotiche, mnemoniche, pungolando il lettore barocco con figurazioni misticheggianti e carnali, in una raziocinante smania di interpretazione conoscitiva della Terra delle terre, che è il subconscio di ciascuno, la meta di molti, il feticcio di pochi, la patria di nessuno."

Vi risparmio il resto che continua sulla stessa falsariga, un insieme di parole estroflesse, cacofoniche anche semplicemente arzigogolate a fantasia solo per rendere criptico il messaggio, per fare elite… per fare, che mi si passi l'onomatopeica, stronzi falsamente cultural-chic.
C'è un bene dall'aver "studiato" inglese tecnico, che sei sei minimamente furbo lo applichi a tutto quello che fai: è lo scrivere semplice: rendere fruibili le istruzioni che dai!
Come si interseca questo nella Riforma Gelmini?
Presto detto.
E' scritta come il commento a questa poesia, presenta una veste elegante ma non dice un cazzo anzi…non sono nel campo dell'istruzione, che Dio vi salvi altrimenti, ma fa più danni della grandine…
Si può fare una riforma senza soldi?
Pongo una domanda diversa ma tangente ed intersecante…
Si può fare una riforma senza soldi??
(Come dite? vi sembra uguale a quella di prima??? :-P)
Diciamo che per stasera vi lascio questi interrogativi… domani chissà…