Un po' cazzeggio e un po' no, dipende dal giorno

Articoli con tag ‘Crack ex ginocchio rotto’

Fine di un capitolo


Ieri pomeriggio si sono definitivamente concluse le avventure di CrackGinocchioRotto divenute poi quelle di CrackExGinocchioRotto, la visita conclusiva ad un anno (e pochi spicci) dall'intervento.
Il Prof ieri era di ottimo umore, mentre il fisioterapista faceva i test necessari alla scheda mi ha dato una manata sulla coscia che quando sono arrivata a casa avevo ancora le 5 dita stampate, d'accordo che il mio fisico da' l'idea di solidità ma era necessario sto test???
Poi mi ha regalato un bacio perugina e mi ha liquidata.
Gli ho raccomandato di fare pratica con i crociati posteriori e con i collaterali perchè se ci rivediamo è per uno di questi… i crociati anteriori li ho finiti.
E' uscito scuotendo la testa, il fumetto che aveva sopra diceva chiaramente:"Questa è pazza"

Annunci

Un anno fa


Era venerdì. Ero arrivata a Siena euforica di rivedere il cuginetto venezuelano da poco arrivato in Italia, dopo poco sarebbe arrivato il fratello più grande.
Avevo progetti ed itinerari, avevo cercato di programmare le giornate quasi al minuto, volevo fargli conoscere quanto più possibile questa Italia con la quale dividono il passaporto ma poco ne sapevano.
Dopo cena per sottrarlo a quell'inizio di vacanza da reparto di geriatria (mia nonna 90 anni, la sua 79, la zia 79, i miei intorno ai 65 erano la cosa più giovane con la quale aveva a che fare… le piramidi egizie ci fanno un baffo!) decido di portarlo alla festa titolare della contrada del Bruco, due chiacchiere con BiancaRaffa il di lei marito Mastro Lindo ed altri amici. Poi spunta un pallone e mi trovo a fare una partita due contro due, con due sedie a fare da porta. Un attimo di distrazione e vediamo la nascita di Crack che andrà a fare compagnia a Vecchio Crack il 9 Ottobre 2009.
E' passato un anno, l'operazione è andata bene anche se non bene come quella di Vecchio Crack, ho ancora dolori ai cambi tempo o dopo lunghe pause di immobilità ma sembra che sia da imputare ai 12 anni in più sulle mie spalle.
Sabato scorso ho toccato di nuovo un pallone… ma da seduta… giocando con un bimbo in un negozio di articoli sportivi… che sia un preludio??????
Per i nuovi arrivi sul blog qui c'è la cronaca semi seria della riabilitazione…

E a poca distanza di tempo mi trovo ad invitarvi tutti ad un brindisi, prima o poi andrò fallita

(in effetti l'infortunio è stato il 31 e non il 30… eheheheh)

Neuroni in corto circuito…


Visita di controllo dei sei mesi (in realtà sono sette) di Crack. Appuntamento alle ore 19.20.
Quindi si attua la procedura macchina-ufficio.
Sveglia alle ore 5.33, uscita di casa entro e non oltre le 6.20, arrivo in ufficio alle 6.55 (lo so che vi verrebbe da dire che potrei partire più tardi ma se parto alle 6.30 non arrivo alle 7.05 ma alle 7.30…).
Parcheggio (6 €) ed inizio la giornata conscia di dover aspettare fino alle 18 in ufficio e poi recarmi nella ridente Villa Stuart.
Colta da una genialata telefono alla clinica per sapere se qualche anima pia avesse disdetto un appuntamento per anticipare il mio.
"Buongiorno sono vnnvvvn, ho appuntamento stasera con il prof per la visita di controllo dei 6-7 mesi? Volevo sapere se per caso era possibile anticipare l'appuntamento"
"Salve Vnnvvvn, ma lei è sicura che fosse oggi? Oggi il prof opera"
"Certo che sono sicura, oggi alle 19.20, l'ho anche scritto"
"Strano, controllo… [pausa]… guardi che la visita è DOMANI alle 19.20"
"Ah… grazie…"

Infatti lo avevo scritto che la visita era il 13.05… ma sembra che oggi non sia il 13…

Crack, Vecchio Crack e tutta la compagnia cantando…


Per gli appassionati del "genere" sarà sufficiente cliccare sulla tag, per gli amici ecco l’aggiornamento (i più fortunati e meritevoli potrebbero avere anche il cartaceo )…

Crack guardava Vecchio Crack con invidia, sentimento malevolo ma umano, Vecchio Crack in un balzo ed un balletto aveva recuperato la piena efficcienza e lui ancora arrancava. La sua compagnia d’arme era composta da un quarto di sangue napoletano che gli si era fermato in prossimità di Vasto Mediale, un quarto di sangue gli dava una testardaggine quasi teutonica, un quarto di sangue reclamava la schiettezza toscana e l’ultimo quarto scendeva dal Monte Soratte ma a ben pensare anche la Compagnia d’Arme di Vecchio Crack era composta dalle stesse proporzioni!
Fu così che Crack decise una strategia di attacco in accordo con i suoi preparatori… i performanti della Perfomance, aumento costante dei carichi fino ad arrivvare a "numerI" che Crack ed IO non avremmo mai creduto possibili (95 kg. di pressa con la gamba operata per esempio)

Oggi: controllo nella Contea degli Stuart: esami fisici e visita… "Bacio Accademico", pacca sulla spalla e complimenti (nella colonna centrale il miglioramento rispetto ad un mese fa, in quella di destra quanto manca al raggiungimento di Vecchio Crack- gamba dominante)

Domani torno a Roma…


e salvo imprevisti martedì sarò in ufficio…
Crack sarà una presenza scomoda ma non invadente.
In queste ore il pensiero vola ad un’Amica, lontana dal web, alle prese con una situazione "particolare".
Siamo con te nel limite delle nostre possibilità.

La soddisfazione di ciucciare un osso…


Oggi controllo a 60 giorni dall’intervento, i problemi di cui mi lamento ormai li conoscete: il muscolo che non riprende tono, la rotula, il dolore cartilagineo… Io di norma non sono una che si lamenta e all’intervento dell’altro ginocchio le cose erano andate molto più spedite.
Stamattina la visita me l’ha fatta il Grande Proff, prima la valutazione in palestra: la gamba sinistra ha il 50% in meno di potenza della destra; poi il grado di flessione: 120°. Alle mie rimostranze il Grande Proff mi ha guardata stranito (parecchio direi) e mi ha detto:"Ma che vuoi?"… ed io a spiegare fastidio, dolore e soprattutto paragoni con 12 anni fa e lui di nuovo:"Ma che vuoi? Ti sei operata 60 giorni fa, l’intervento è ok, per il muscolo lavora di più, semmai cambia gli esercici!"

Ecco la soddisfazione di ciucciare un osso… non volevo compatimenti o bacchette magiche, forse però mi apsettavo un pizzico di considerazione in più… e che mi fosse rinfacciato meno sfacciatamente la mia fretta….

Quadricipite… uno sbruffone!!!


Quadricipite aveva la fama di essere grande, grosso e forte in realtà era solo uno sbruffone!
Sotto il suo mantello si celavano quattro più componenti: Vasto Mediale, Retto Femorale, Vasto Laterale e Vasro Intermedio.
Era Vasto Mediale che si occupava della retta condotta di Donna Rotula ed era lui, ormai da settimane, in sciopero ad oltranza. Donna Rotula continuava con la sua allegra condotta…
I sindacati sono tutt’ora all’opera per interrompere l’ingiustificata protesta…