Un po' cazzeggio e un po' no, dipende dal giorno

Articoli con tag ‘cani di casa’

Cani di casa


Abbiamo un nuovo acquisto: Birba

Birba

Annunci

Per quanto teologicamente la settimana di Passione è quella appena trascorsa per chi vive a Roma inizia oggi e termina lunedì prossimo… ce la faremo lo stesso!
Vi metto le foto dei cuccioli, nella mia pagina flickr ci sono anche tre video… quello nero e quello bianco e marrone a pelo raso hanno già una casa se per caso morite dalla voglia di farvi il cane ve li porto anche a domicilio

     

In attesa dell'aggirnamento dell'iniziativa di Norma


P1020305

Sul mio Flickr ci sono anche un paio di video…

Dialoghi…


Il video è scuro, fuori era già buio… ma direi che Ayla esterna benissimo il suo carattere 😀
Il mio vago accenno al dialetto romano è volontario ahahahha

Orologio biologico



Premessa: a Siena ci sono le due bestie e la loro madre, la ex moglie di mio cugino, sono venuti per conoscere Ayla.

Mia nonna, la loro bisnonna, ogni 15 minuti esatti chiede: "Dove è Matteo, dove è Michelle??"
Invariabilmente… anche se Michelle è al tavolo della sala da pranzo a fare i compiti e Matteo nella cuccia con Ayla… non ha bisogno di sentire il pericolo lei lo previene a scadenze di 15 minuti…

Matteo stasera dormirà con me, come da tradizione consolidata…quello che al momento non è chiaro è se nel letto saremo in tre… io, lui ed il cane…sembra che l'alternativa sia dormire in tre nella cuccia in giardino…

Ed ecco il vero muso di Ayla


Qui le altre foto….

Ayla



Ayla è stato il nome del pointer a cui mio padre si è più affezionato.
Arrivò a casa nostra (eravamo ancora tutti a Roma) in un periodo in cui mio padre non poteva portarla dal suo amico al Divino Amore (zona ancora campestre alla periferia di Roma nonchè sede dell'omonimo santuario).
Decise di tenerla con noi a Ciampino, dopo la prima notte fu trasferita in garage, all'inizio condivideva lo spazio con la mia macchina ma dopo aver mangiato tutto il coprigomma (era un fuoristrada con la gomma di scorta nel portello posteriore) ed aver rigato tutta la carrozzeria le fu lasciato tutto lo spazio ed io parcheggiavo fuori.
Se la portò via la lesmaniosi quando eravamo già a Siena io, mio fratello e mio padre part time.

Da ieri una nuova Ayla girella per il giardino, chi mi legge da un po' conosce l'infelice destino di Jimmy, la cosa che più mi dava dolore era la ferma decisione di mio padre di non avere altri cuccioli, avevo trovato allevamenti che soddisfacevano le sue esigenze ma il ritornello era sempre lo stesso:"Sono troppo vecchio per un nuovo cucciolo, se mi è morto Jimmy era destino…"

Il 15 o il 16 Agosto è uscito con PG degli Yensid (che non è una linea di sangue cinofila ma il marito di Marta…) ed ha annunciato che aveva comprato un cucciolo, solo chi conosce mio padre può capire quanto imprescrutabile sia… non sai mai quando dice sul serio o quando di prende per il culo…

Ieri alle 16 è andato a prendere questa cucciola… "Papà ma che nome le daremo?", "Se quello che le hanno dato mi piace si tiene quello altrimenti glielo cambio"
Alle 17.30 è tornato a casa, ha liberato questo scheletrino (7 di 7) vivacissimo che appena entrato in casa si è fiondato allo sportello del forno (non le difetta il naso), la casa le è sostanzialmente preclusa ma quando la facciamo entrare ha eletto il suo domicilio in cucina.
 

Non è un pointer (cane storico nella nostra famiglia), non è un bracco khuzar come era Jimmy, è un bracco  Drahthaar che ho scoperto significa filo spinato e questo la proteggerà naturalmente dalla lesmaniosi….


Per ora ha ancora il pelo batuffoloso ma poi sarà più o meno così…