Un po' cazzeggio e un po' no, dipende dal giorno

Archivio per la categoria ‘grandmother’

Impedimenti


“Anna vieni qui un momento” dice la nonna alla nuora
“Dimmi nonna Pina” risponde Anna
“Vedi queste sbarre? tirala di lato e ruotala e poi portami le ciabatte che mi alzo”
“Non potete alzarvi, vi hanno operata venerdì?”
“A me? ma se sono venuta qui stamattina!”

Perde la cognizione del tempo ma il meccanismo delle sbarre nel letto le è chiaro!

Fisiologica


“Devo andare in bagno” dice nonna
“Je metto ‘a padella e la fa a letto” dice l’infermiere romano
“Sii nu schifusu” dice la nonna in napoletano

Grandmother


“tanto va la gatta al lardo che ci lascia lo zampino”

Mia nonna di cognome, da nubile, fa Lo Gatto. E se tanto ci dà tanto ha sette vite come i gatti, che io sappia al momento ne ha bruciate tre: quando rimase vedova a 36 anni con tre figli da crescere subito dopo la guerra, quando cadde dalla scala nell’istituto di suore esclusivo dove aveva iniziato a fare le pulizie dopo la vedovanza e dove era diventata una sorta di governante Rottermaier, giovedì scorso quando in cerca dei bisnipoti (in quel momento a scuola) è finalmente caduta (dopo tentativi bisettimanali) ed è riuscita a rompersi il femore oltre all’ennesima cicatrice sul sopracciglio!

E’ stata operata venerdì, in un ospedale, il CTO di Roma, in chiusura!
Poco personale ma qualificato e disponibile malgrado le rogne personali tra trasferimenti e licenziamenti.
L’assistiamo h24 perchè lei reclama indipendenza.

Grandmother è la tag che accompagnerà le gesta della nonna che dalle premesse sembra promettere meglio di CP