Un po' cazzeggio e un po' no, dipende dal giorno

Riprendiamo


Una cosa mi ha colpito in questo viaggio, una su tante altre, l’attenzione per i nonni, dove con nonni si intendono i vecchi.
Ho sempre cercato di essere presente ai bisogni delle prozie e di anticipare bisogni e desideri ma nel mese venezuelano me la sono giocata con bis-bis-nipoti e conoscienti. L’anziano o vecchio che dir si voglia è ancora inteso come portatatore di saggezza.
Un paio di giorni dopo il mio arrivo mia zia (che sarebbe prozia in quanto sorella di mia nonna) mi fa: “Chiedimi la Benedizione” e io “vabbè dammela”… e lei “No me la devi chiedere!” e io:”Che?”

Siamo andate avanti così una decina di minuti prima che io capissi anzi per dirla meglio l’ho capita solo quando sono andata a una festa di compleanno. I “piccoli” chiedono la Benedizione agli anziani con una formula semplicissima:”Benedizione” e l’altro risponde:”Te Benedico”… Non ho voglia di infilarmi in benedizioni più o meno teologiche ma mi è piaciuto molto il senso di rispetto per gli anziani che ne traspare.

Annunci

Commenti su: "Riprendiamo" (5)

  1. Effettivamente colpisce, ed è una bella cosa.

    • In effetti colpisce vedere ragazzini attenti ai bisogni dei nonni o ultra ma quello che fa più specie è vedere l’attenzione di gente estranea, magari il/la fidanzato/a della nonna e accudirla

  2. Carino davvero!

    • Non è carino Nihil, è sconvolgente se penso a mia nipote che si scattifottisce per una telefonata.
      E’ rispetto e consapevolezza… magari inconsapolevoli!
      Non so come spiegarla…

  3. Viv, è un’altra cultura rispetto alla nostra.

    Conosco da vicino persone italo/venezuelane che spesso fanno viaggi in Italia. Si trovano sempre un po’ spaesati, si aspettano un modo di vivere che qui non c’è più.
    Conosco da vicino persone italo/venezuelane che si sono trasferite qua da anni, che chiedono e distribuiscono “benedizione” a piene mani (meravigliandosi che in Italia, paese dove abita il Papa, non si benedicano i figli) e poi si comportano in modo totalmente contrario a leggi civili e religiose.

    Conosco famiglie italiane dove i “vecchi” vengono curati e coccolati, sia quelli di famiglia che quelli che sono solo conoscenti.
    Io, benedico i miei figli quando escono di casa o partono per un viaggio, ma non platealmente, a me hanno insegnato a piangere anche i miei morti sottovoce..

    Scusa, vengo da una settimana in Ospedale a fare assistenza alla compagna di mio padre, ho visto “badanti” italiane (ci sono sempre state, ma fa più effetto parlare di quelle straniere) trattare le loro “vecchine” meglio dei famigliari. Non ti dico cosa ho fatto io in quest’anno per questa signora, che nei momenti in cui la demenza prevale mi vede come il fumo negli occhi . . .

    Ciao, Fior (leggermente cinica)

Dimmi la tua

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: