Un po' cazzeggio e un po' no, dipende dal giorno

Certezze


Le certezze nella vita costituiscono le fondamenta su cui costruire il futuro.
Qualche tempo fa parlando di tutte le complicazioni capitate a mio padre qualcuno (e io ero concorde) propose l’azione legale nei confronti di medici e ospedale. Nei commenti risposi che se conoscevo bene mio padre era più probabile che invitasse a pranzo tutto il reparto di cardiochirurgia.

Oggi era ospite a pranzo l’infermiere del pronto soccorso con la moglie, amici di famiglia, che di fatto ha salvato mio padre accorgendosi in anticipo di tutte le complicazioni.
Mio padre esce, rientra alle 11.30 e ci chiede se il pranzo basta per altri due, “sì certo!” la risposta di mia madre.

Abbiamo avuto a pranzo anche due specializzandi di cardiochirurgia (due di quelli con cui aveva stretto più amicizia).

Per come lo conosco in primavera avremo l’intero reparto, turni permettendo, a pranzo forse ci risparmierà il primario e il chirurgo che l’ha operato… e c’è da tremare che faccia venire anche i pazienti che si sono alternati in stanza con lui…

Annunci

Commenti su: "Certezze" (17)

  1. persone come papà tuo (e la mamma) ci migliorano tutti, quelli che fanno causa, però potrebbero migliorare il sistema sanitario. Tuttavia il tuo papà lo abbraccerei volentieri; gli avvocati non tanto…

  2. A pranzo c’è stato un serrato dibattito tra l’infermiere (22 anni di pronto soccorso) e lo specializzando “anziano” (è al quarto anno) che poi con un filo di voce ha ammesso che loro avevano colto i campanelli ma in quanto specializzandi sono ascoltati meno delle zanzare d’estate. L’altra ragazza (i due specializzandi stanno insieme) è al primo anno ma è stata meravigliosa in tutta la degenza… ci veniva a cercare per farci passare fuori orario, il giorno dell’ultima operazione invece di farmi andare al pianterreno tutte le volte che avevo voglia di una sigaretta mi fece avere l’accesso allo spazio “fumo” dei medici lì al piano.
    Profi io non posso nemmeno lamentarmi del CTO vista l’assistenza fornita a mia nonna e l’elasticità con cui ci hanno permesso di stare con lei 24 ore su 24.

  3. Volevo venire qui e scrivere il commento di Mariaserena, ma l’ha già scritto lei. Diciamo che il suo commento, e anche l’aneddoto che racconti mi paiono la conferma della necessità di avere un sacco di cose diverse al mondo. Tutte molto necessarie. E il tuo babbo comunque lo abbraccerei anche io.

  4. Povna paradossalmente è come nella scuola (con l’enorme differenza che passa tra una bocciatura e morire) si seguono i protocolli, se i protocolli – maledetto il deficiente che li ha pensati – sono seguiti si è giuridicamente a posto e non si ascolta niente e nessuno…
    Per farti capire di che pasta son fatti sti due ragazzi ti dico che lui ha 30 anni, è milanese e si specializza a Siena, lei ne ha 25. Io alle 15.30 sono partita per Roma e quando sono arrivata mia madre mi ha detto che sono andati via alle 17.
    Non li aveva invitati mio padre ma era stato lui a chiamarlo, voleva andare a sparare al piattello e quando mio padre gli ha detto che gli serviva un minimo di preavviso il dottorino ha detto “allora veniamo a prendere un caffè” e poi sono venuti a pranzo.
    Quando è arrivato il pesce Dottorino ha servito tutti e ha candidamente ammesso di aver fatto il cameriere per mantenersi agli studi. Ti posso dire, in tutta sincerità, che mi hanno dato energia, sono ragazzi-motrice altro che bamboccioni.

    Per l’abbraccio al babbo, se la mamma consente :-P, quando vuoi le porte ci casa mia non sono aperte… non ci sono proprio 😀

  5. Entrambe: La fotografia che mi ha regalato il pranzo domenicale odierno è qualcosa che, consentitemi, non riesco a spiagare 🙂

  6. mariaserena ti giuro che esiste qualche avvocato che all’abbraccio non trasmette malattie esantematiche. Si insomma, se cerchi bene.

  7. I tuoi genitori sono veramente care persone, mi unisco all’ammirazione generale. Resta comunque il fatto che chi sbaglia dovrebbe pagare.

  8. lanoisette ha detto:

    io quoto mariaserena e ‘povna e mando un abbraccio a tutti quanti.

  9. laGattaGennara ha detto:

    Anche io penso che di tuo padre ce ne vorrebbero a pioggia, e che il sangue non mente se hai accolto a fianco al colosseo una quasi sconosciuta. Mi piace pensare che la vera “italianità” sia questa e che resti nel tramandarsi, quando dell’Italia poco resterà.

  10. Tale padre, tale figlia 🙂

  11. laProfe ha detto:

    Be’, ma quando lo porti in società, il tu’ babbo, che tutti lo vogliamo conoscere per benino?

  12. Grande tuo padre!!!!
    E’ l’atteggiamento migliore per vivere serenamente e accettare quello che la vita ci riserva. Se poi ogni tanto un cazzotto a chi sbaglia ci scappasse….
    Abbracci
    Elisa

  13. Non siamo una famiglia di eroi o di santi.
    Mio padre nella sua degenza è incappato in errori singoli che giuridicamente sono inattacabili… mezzo errore lì, mezzo errore là, con il protocollo seguito alla lettera, il problema è stato che si sono tutti sposati, creando un mega errore. In sede giudiziale sarebbe impossibile discernere le responsabilità.

    Per la Gatta e Nihil e la profe: casa mia è un porto di mare (e Nihil lo sa) basta un colpo di telefono e sarete anche a Siena. Mio Pa’ è schivo del mezzo telematico e non ha mai letto mezza riga di quello che scrivo.
    mia madre ogni tanto capita ma la irrita il nome del blog che è volgare.

  14. tuo padre mi sembra una persona speciale.

    ti lascio un saluto

  15. Gratitudine elevata a potenza da gentiluomo.

  16. Annika mio padre è una persona normale e razionale, per me è speciale ma credimi è un papà come un altro 😀

    Mel ci credi che con il tuo commento mi ha fatto capire che non sono riuscita a trasmettere il senso del tutto? (compresi i commenti)

    I Grandi sono i due specializzandi che a conoscenza della storia clinica del paziente “Pippo” vanno a pranzo a casa sua, non credo sia la consuetudine…

  17. Con questo atteggiamento tuo papà resta attaccato alla vita molto meglio di quanto potrebbero fare migliaia dei migliori medici del mondo.

Dimmi la tua

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: