Un po' cazzeggio e un po' no, dipende dal giorno

Cronaca 3 – come back 4


– Giovedì 8.11 smonto la ruota di scorta, tolgo crick e chiavi, il triangolo… del topo nessuna traccia, smonto i sedili posteriori… del topo nessuna traccia, nell’abitacolo non è passato… del topo nessuna traccia… mio zio ipotizza trattasi di topo contenuto nella pasta di cui alla cronaca 1, sembra che esistano sti topini di meno di 4 cm. non indago e non informo mia madre che si è mangiata i due pacchi di pasta incolumi.

Salto temporale nella scena (nel frattempo tutto prosegue come da routine)

-Sabato 17.11 in ospedale, tardo pomeriggio, visita serale. Il compagno di stanza di mio padre non riceve visite di parenti e/o amici la sera, chiedo se gli occorre qualcosa, mi chiede una pistola ad acqua.  Lo guardo perplessa e chiedo numi a mio padre che in tutta allegrezza mi confessa che si è fatto dare una siringa senza ago da un infermiere con la quale schizza acqua al suo dirimpettaio… prevedo che lo caccino presto!

– Lunedì 19.11 esce per la quarta volta dall’ospedale e viene a casa! F I N A L M E N T E !

Annunci

Commenti su: "Cronaca 3 – come back 4" (11)

  1. Anonimo SQ ha detto:

    Penso al vicino di letto: decisamente il mondo è bello perchè vario (o avariato, a scelta) !
    Dai, intanto lo hai a casa !!!

    Anonimo SQ

    • Credo che quando si esce da quelle situazioni, con complicazioni annesse, torni prepotente lo spirito bambino, mio padre ha sempre fatto quelli che a Roma si chiamano gavettoni… il dirimpettaio protestava solo perchè era disarmato 🙂

  2. O madonna santa…schizza acqua??
    tanti incrocini per il papi,dalle tue descrizioni sembra un uomo molto forte! Si riprenderà prestissimo!

  3. Finalmente a casa. Le parole più importanti.

  4. EVVAI!!! 😀

  5. Nooo, bellissimo che schizzava l’acqua!!! :ppp Del resto, il tempo doveva passare in qualche modo! 😀
    Sono contenta che sia a casa, finalmente! 🙂

  6. meno male!
    e io controllerei la borsa di tuo padre: non vorrei che avesse portato a casa siringhe per spruzzettare tutta la famiglia!

  7. Sono contenta per il babbo 🙂
    Per il vicino di letto, massima ammirazione.

  8. @Scarlett lo è 😀
    @ Sì Povna, FINALMENTE a casa 🙂
    @Pens grazie 🙂
    @Dama ti ricorda nulla la pistola ad acqua? da qualcuno dovevo aver ripreso 😛
    @Noisette a casa, di solito, usa la sistola… da sempre!
    @LGO vuoi sapere una cosa? in quei reparti si stringono rapporti incredibili, sei a un passo dal game over e ne vieni fuori, diventano tutti parenti: i pazienti e le loro famiglie ! Paradossalmente una parte piccolissima di me recrimina l’uscita del Papi dall’ospedale perchè non posso avere notizie del trapiantato di Pistoia…

  9. Ho pensato anch’io immediatamente al fatto che la splendida notizia di tuo papà (esce per la quarta – e speriamo ULTIMA – volta) ha lasciato un pò più solo il suo vicino di letto al quale a questo punto auguriamo un pronto rientro in famiglia: e magari in primavera organizzate una bella mangiata in qualche agriturismo dove i due uomini/bambini potranno dar libero sfogo alle loro giocate acquatiche.

Dimmi la tua

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: