Un po' cazzeggio e un po' no, dipende dal giorno

Strudel di ananas


Ingredienti pre ricetta:

– Una commensale intollerante a quasi tutto
– Una stagione che offre poca frutta (le mele cotte non le sopporto)
– Poche e non corrispondenti ricette online

Ingredienti PER la ricetta:
Pasta sfoglia
Ananas sciroppata
Zucchero di canna

Per guarnire:
Panna Spray
Cacao in polvere
Zucchero a velo
Kroccant Fabbri (che è una cosa fichissima, il sito non funziona ma lo trovate al supermercato)

Procedimento:

Passate dal verduraio di fiducia ed ordinategli per il giorno seguente, speranzosi, tre vaschette di fragole, il verduraio è egiziano e mentre cercate di farvi capire adottate la tecnica di due sì e un no quando lui parla una lingua sconosciuta.
Prendete la pasta sfoglia dal congelatore, passatela nel comparto frigo e andate a letto visto che è il giorno prima della cena.
Passate dal verduraio di fiducia e scoprite che le fragole "non è stagione" (imprecare in silenzio "lo sapevo anche io apposta te le ho ordinate ieri!")
Comprate dell'ananas sciroppato, parlate con vostra madre la quale vi dirà di fare attenzione perchè c'è troppo liquido.
Accedete ad internet e scoprite che tutte le ricette trovate partono da un'ananas dresca e non sciroppata.
A questo punto si va a braccio.

Scolate tutta l'ananas, prendete 4 fette e frullate tutto con il minipimer, prendete un colino mettete la poltiglia nel colino ed il colino su un bicchiere, scordatevi il tutto per un paio di ore (fate le cose per tempo).
Le restanti fette tagliatele a pezzettini ed usate tutto il rotolo di carta assorbente per asciugare il tutto.
Stendete la pasta sfoglia e cospargete generosamente di zucchero di canna.
Quando le due poltiglie diversamente consistenti vi sembreranno abbastanza asciutte procedete a rovesciare tutto sulla pasta sfoglia, chiudete a tagliare sul dorso come se fosse un nobile strudel di mele (che a voi-me na schifo), spolverate nuovamente di zucchero di canna (l'amica intollerante annovera nella lista l'uovo se voi non avete problemi potete spennellare precedentemente).
Infornate: io l'ho messo 19 minuti a 200 °

Servite caldo, spolverato di zucchero a velo e cacao in polvere, con un ciuffo di panna (non all'amica intollerante), ed un generoso disegno di Kroccant. Accompagna con il Vin Santo di Uve di Nobile fatto dal papà.

 Strudel di ananas 

Annunci

Commenti su: "Strudel di ananas" (13)

  1. Confermooooooooooooooooooooooooooooo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    D-E-L-I-Z-I-O-S-O!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  2. Il commensale è VIVOOOOOOOO
    La ricetta è riuscita

  3. orpo che idea con l'ananas… sì, quello fresco dà meno problemi di liquidi…(e comunque meglio un ananas sciroppato che le fragole annacquate fuori stagione, sai!? )  però però… vedi che te la sei cavata egregiamente? ebbrava..
    ora una fettina per la consulenza me la puoi spedire – con panna va bene che al momento non tollero solo i notiziari….? avviso la mia vicina…anzi, no.. che quella se la magna di sicuro prima ancora che il postino si sia allontanato sul suo scooterino!

  4. Ma che bella idea…. Te la rubo!
    L'Economa Domestica

  5. Avevo appena deciso uno stop ai dolci -almeno per qualche giorno 😉 – ma…il vin santo fatto da papà?!?!?
    Il vin santo ha fatto crollare tutta la mia determinazione

  6. ARF! ARF! Auuuuuwwuuuuuu (ululato selvaggio)

  7. @ LGO ne è rimasta mezza bottiglia qui a Roma… domani sono a casa (malata come direbbe il benza) vieni?
    😛

    Però una cena con l'Economa potremmo anche organizzarla….

    @Economa prendi pure non ho diritti d'autore

    @Norma sono i geni… mia nonna faceva la cuoca in una famiglia romana prima dell'avvento dei cuochi famosi 😛 sono cresciuta con i fornelli accesi, sono pigra ma sono, modestamente, geniale ahahahha

  8. Ricciele viene anche tu a cena? 😛

  9. ma… a cosa è intollerante il tuo commensale?
    perché io, da intollerante, faccio presto a farti l'elenco degli ingredienti "a rischio" della tua ricetta
    già solo con la
    pasta sfoglia = frumento – lievito – burro (latticini) – uova
    io sarei defunta.

  10. Lanoisette la mia intollerante è intollerante a latte (e tutto quello che è venuto in contatto con esso non può mangiare neanche il vitello), uova (e non può mangiare nemmeno il pollo). lietito di birra…

    La sfoglia che ho trovato è fatta con grassi vegetali (margarina), niente lievito e niente lattosio (tra l'altro è stato evitato il granulare per evitare il lattosio anche lì per la preparazione del cinghiale), il resto era frutta… a lei non ho messo il preparato cioccolatoso perchè conteneva roba tossica per lei

    Direi che è in salute se il giorno dopo batteva cassa sul suo blog 😀

    http://shockdom.com/open/upisketches/

  11. Rubo…
    L'aspetto sembra ottimo
    il gusto pure a giudicare dall'urlo di piacere del commensale

    Il Vin santo fatto da papà sarà eccezzzziunale;)))

  12. non amo l'ananas, ma per questa mi sa che farei un'eccezione. e, soprattutto, il vin santo… 🙂

    ps. @Noisette: nella pasta sfoglia vera non ci sono le uova! e in quella compera, come questa, non c'è burro, ma margarina!

  13. @Ilavi quando vuoi replico volentieri 🙂

    @Povna di Vin Santo tu ne hai una bottiglia messa da parte… è fatto con le tue uve, non serve che ti sacrifichi con l'ananas 😛

Dimmi la tua

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: