Un po' cazzeggio e un po' no, dipende dal giorno

Porta a porta



Domenica a pranzo dagli amici AnonimoK e Crosta è venuto fuori il discorso della raccolta differenziata porta-a-porta che, fosse solo per l'assonanza con il programma di Vespa, dovrebbe già sottintendere la stronzata del progetto!
L'estate che reclamavo all'inizio dei post è arrivata e la puzza, per la ridente cittadina di Ciampino, tangibile.
I marciapiedi sono impraticabili il lunedì pomeriggio, il mercoledì pomeriggio ed il giovedì pomeriggio visto che i rispettivi indomani mattina ritirano la spazzatura che non possiede cassonetti e che deve essere depositata per ordinanza comunale sul marciapiedi.
Affacciarsi al balcone di camera mia offre un bello spettacolo: mamme con bimbi in carrozzina che cercano di evitare il turpiloquio e che sono costrette a camminare con il pargolo oltre le macchine parcheggiate indi in carreggiata di marcia.
Rientrando a casa mi è tornato in mente un ricordo di quando ero bambina.
I 58 appartamenti che compongono il mio condominio allora erano dotati di raccogli rifiuti in metallo con il sacco nero, qualcuno li ricorderà… ma avevamo molti meno rifiuti: non avevamo i pannolini per bambini e per anziani, non avevamo le bottiglie di plastica (l'acqua la si beveva dal rubinetto oppure con le bottiglie in vetro in cauzione), tanta roba che ora si compra (pomodori, verdure sott'olio, ecc) si facevano in casa ed il barattolo del tonno comprato o la bottiglia di birra erano fondamentali.
Ora siamo passati da un "butta dove capita" ad un "lava la spazzatura prima di gettarla" e senza cassonetti ma con la cazzata immane del porta a porta… tranquilli che a settembre arriva il plastico della raccolta differenziata…

Per leggere il resto basta andare alla tag differenzialatu ( mi accorgo di non trovare le foto… più tardi scendo e le rifaccio…)

Annunci

Commenti su: "Porta a porta" (13)

  1. Qui a Torino nel mio quartiere esistono ancora pochi cassonetti comuni e per fortuna dall'altra parte della strada.  

  2. Eh, non so che dirti. La differenziata porta a porta noi l'abbiamo da anni ma non c'è tutto quel casino. Soprattutto perché la spazzatura la si mette generalmente fuori la mattina prestissimo, ed entro le nove sono già passati a raccoglierla.L'unica che sta fuori più a lungo è la carta, perché la mattina verso le 6 passano a raccogliere l'umido, e il giro della carta lo fanno più tardi, verso le undici. Passano presto anche per il vetro e il secco, così che, a meno che uno non esca col passeggino alle sei, di solito hai i marciapiedi liberi.pardon, no. Ci sono parcheggiate per metà le automobili…:-P

  3. @ Prof anche qui si dovrebbe mettere fuori la mattina entro le 6 ma inspiegabilmente la gente è roittosa a mettere la sveglia alle 5.30 per buttare la spazzatura… quindi la gente la deposita il pomeriggio prima.Sono rimaste nelle vie le campane per il vetro che quindi sono sempre accessibili, la cosa che non riesco a comprendere è perchè non mettere anche per le altre tipologie di rifiuti i cassonetti come c'erano prima.E per alcune categorie di rifiuti il ritiro deve essere giornaliero, mi riferisco all'umido per evidenti ragioni e l'indifferenziato (metti una famiglia con un incontinente o un bambino piccolo e gli ritiri la spazzatura due volte a settimana?????)@Elisa fate in modo che mai ve li tolgano…

  4. grazie al cielo, qui abbiamo i cassonetti differenziati (per il frutto dei peccati, direbbe elio)… mi immagino il tanfo!

  5. mah… da noi i cassonetti per la differenziata in strada non esistono più da anni. e noi ricicliamo tutto (carta, plastica, vetro, lattine, umido… anche i tetrapak)ogni condominio/villetta ha un o più) bidone per ogni categoria di rifiuti, in cui ognuno mette i propri, che va esposto la sera prima della raccolta, ma solo dopo un certo orario (non certo alle 5 del pomeriggio!), pena multe salatissime….

  6. il problema dei cassonetti (e del loro ritiro dalle strade)  si lega al fatto (magari a Ciampino no, ma in generale) al fatto che l'analisi statistica dei dati dei rifiuti 'differenziati' raccolti aveva portato alla conclusione che oltre il 60% era indifferenziabile perché la gente ci aveva buttato tutt'altro a piacer suo (cosa che all'estero non succede, primo perché non ti salta in mente, secondo perché se ti salta in mente qualcuno sbuca dal nulla e se ti va bene te lo fa presente, se ti va male per aiutarti a ricordarlo ti spara una multa che aiutami).certo se non c'è la possibilità materiale di avere il bidone condominiale (come nocciolina – ed è la migliore) il problema del porta porta prevede, di nuovo, una organizzazione crucca della questione, che in italia manca…una soluzione sono i cassonetti interrati in strada (svizzera, parte dell'austria, germania del sud). ma in generale, sigh, quanto siamo indietro…

  7. Spiego meglio, a noi hanno fornito 3 cassonetti per l'umido (uno per ogni palazzina) e 6 per la carta, nessuno per indifferenziato e plastica, quindi queste due categorie vanno sul marciapiede (non parlo del mio condominio ma di tutta Ciampino).Quello che dici Povna è vero, io stessa non è mi sbattessi molto a differenziare la spazzatura ma siamo passati da un regime forse troppo lasso ad uno marziale (e male organizzato!)Per quel che mi riguarda la spazzatura dovrebbero dividersela quelli che poi la usano per farci prodotti che poi vendono e non farmi fare da manovalanza a costo zero. La barzelletta della diminuizione della Tarsu è appunto una barzelletta perchè qui con questo tipo di differenziata le bollette aumentano e non si è ancora capito se poi tutto questo differenziato viene convogliato nello stesso posto (è una voce che gira ma non ho elementi per darla per buona).La foto che sto per caricare è stata scattata a Febbraio, vi lascio immaginare ora con l'estate quanto è aumentata la produzione di plastica…

  8. Io sono d'accordissimo sulla raccolta differenziata ma, come in tutte le cose, occorre che le persone siano preparate a farla e occorre, sopratutto, cervello. E non sempre ci viene messo quando conviene.Quello che dici dei rifiuti è una cosa verissima, anch'io quando ero piccolina, (una ventina di anni fa) in famiglia mia si producevano molti meno rifiuti di quanti ne possa avere una famiglia ora. Ma questo è dovuto sopratttutto ad una logica consumistica che veramente non accetta più le cose a lungo termine e di tutto ne fa una ragione del tipo "tanto se poi non mi piace più lo butto via".Andando avanti di questo passi i rifiuti aumentano in maniera spaventosa. E non bastano le discariche, non bastano gli inceneritori, non basta niente.Basterebbe stare un pochino più attenti a ciò che buttiamo per avere la metà dei rifiuti che abbiamo ora.E quindi anche la differenziata porta a porta (che di per sé non è proprio una cavolata, ma bisognerebbe che venisse fatta proprio tutti tutti i giorni e a orari puntuali) potrebbe funzionare.Adesso stanno tornando di moda (e meno male!!) i detersivi "alla spina", in alcuni casi anche il latte nei contenitori di vetro… ecc ecc…Molto meglio della quantità (infinita!!!) di plastica da riciclare.Poi comunque mi chiedo come facciano all'estero… in Germania la raccolta differenziata funziona eccome, ci sono quella specie di contenitori condominiali di ferro o acciaio che vengono messi in strada e passano a svuolarli nel giro di uno schiocco di dita.Come facciano non so. Ma in Italia si sa, l'organizzazione è sempre un problema…Ma la prima cosa da cambiare è la mentalità dell'usa e getta.Ciao Viv, è una vita che non passavo dal tuo blog… chissà se ti ricordi di me! 😉

  9. Ciao Silvia certo che mi ricordo :-DEcco sfondi una porta aperta.Sarebbe semplice organizzare la cosa, voglio essere buona e lasciare le cose come stanno in termini di differenziazioni (ci sarebbe da fare un post sulle crisi isteriche avute dai pensionati del mio palazzo bloccati sul dilemma se il tappo di sughero va nell'umido o nell'indifferenziato e terrorizzati dallo spettro-multa)Sarebbe molto semplice che umido e non riciclabile fossero ritirati tutti i giorni; carta, vetro e plastica nei loro bei cassonetti e ritiri settimanali.E' difficile? Pare di sì….

  10. molto ci sarebbe da dire, sulla necessità del cambio di mentalità in primis. almeno due flash:1) di' ai tuoi vicini pensionati di stare tranquilli: su alcune cose è provato che un quantitativo minimo (i dati variano tra 0.02 0.05 %) di cose biodegrabili ma non propriamente umide può finire appunto nell'umido (e come tale è accettato, senza multe): esempio tovaglioni di carta usati (che però non si dovrebbero usare), fazzoletti, sughero appunto… in quantità minime, si intende, ma si può…2) i cassonetti di carta e plastica: sì, sarebbe l'ideale se, appunto, in un amen l'italiano medio non li trasformasse in un bidone indifferenziato (i miei dai sono di fine 2009, ma si parlava del 60% dei cassonetti che diventava indifferenziato, dallo schifo non specifico che ci si metteva dentro)altra cosa poi sarebbe la questione del perché alcune cose sono differenziabili e altre no a seconda delle percentuali delle ditte. ma questa è un'altra (lunga) storia…

  11. Povna qui abbiamo istruzioni per l'uso che in neretto evidenziano che i cartoni della pizza vanno nell'indifferenziato ed i cassonetti della carta straripano degli stessi.Sono certa che non è malafede, io ho registrato l'informazione e mi adeguo ma un'ottantenne fatica a capire perchè un cartoncino come quello della pizza deve andare nell'indifferenziato.In questa ridente cittadina sono stati usati toni da ghestapo, con tanto di avvisi minatori appesi ai citofoni, un pensionato che arriva a fine mese a stento alla minaccia di multe di xmila € si preoccupa.Senza togliere il decoro urbano, ci preoccupiamo dell'ambiente e creiamo terreno fertile per topi, ecc (qui a Ciampino i topi li abbiamo in formato extra large)A me continua a sembrare una stronzata quando in Germania c'è un inceneritore, di fabbricazione italiana, di tecnologia italiana, che brucia tutto quello che gli mettono dentro senza differenziare, non produce gas tossici e produce energia per mandare avanti due città, è interrato e sopra sorge un parco pubblico…

  12. OT a me questi ritardi di pubblicazione dei commenti di splinder iniziano a stare sul culo!

  13. concordoio per protesta, per ignoranza e per pigrizia, sto accumulando. Se passa la Asl mi arresta.Esporto   nei cassonetti dei comuni limitrofi e penso di organizzare trasferte di indifferenziato verso lidi civili, nottetempo, per paganti pigri, come me.

Dimmi la tua

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: