Un po' cazzeggio e un po' no, dipende dal giorno

L'iniziativa continua


Oggi vi presenteremo due testimonianze. Siamo convinte che più che le le nostre parole, contino molto di più quelle di chi vive sulla propria pelle una malattia invalidante e sceglie la vita.

Ne abbiamo scelte due per questioni di spazio: quella di Salvatore Crisafulli (per due anni in stato vegetativo) e Mario Melazzini (medico malato di SLA).

Abbiamo inoltre creato dei banner che rimandano:

  • Uno al post precedente (per continuare a diffonderlo)
  • Un altro al post di Viviana "La vita è mia"
  • Un terzo al post di oggi

Chiaramente anche per questi strumenti potete scegliere di prelevare ciò che volete.
 
Sfogo di Salvatore Contro L’eutanasia

Dal mio letto di quasi resuscitato alla vita cerco anch’io di dare un piccolo contributo al dibattito sull’eutanasia.
Il mio è il pensiero semplice di chi ha sperimentato indicibili sofferenze fisiche e psicologiche, di chi è arrivato a sfiorare il baratro oltre la vita ma era ancora vivo, di chi è stato lungamente giudicato dalla scienza di mezza Europa un vegetale senza possibile ritorno tra gli uomini e invece sentiva irresistibile il desiderio di comunicare a tutti la propria voglia di vivere.

Durante quegli interminabili due anni di prigionia nel mio corpo intubato e senza nervi, ero io il muto o eravate voi, uomini troppo sapienti e sani, i sordi? Ringrazio i miei cari che, soli contro tutti, non si sono mai stancati di tenere accesa la fiammella della comunicazione con questo mio corpo martoriato e con questo mio cuore affranto, ma soprattutto con questa mia anima rimasta leggera, intatta e vitale come me la diede Iddio. Continua a leggere
 
 Quando la malattia incurabile fa scoprire il senso della vita
 

La storia inizia quando il medico di successo, sportivo, con una forma fisica invidiabile e una famiglia composta dalla moglie e tre figli, scopre di essere affetto dalla SLA, una malattia degenerativa che dopo averlo invalidato permanentemente lo avrebbe dovuto portare alla morte entro tre anni.
Così, l’uomo che scalava le montagne, che sembrava non aveva timore di nulla, il medico che curava i malati si scopre egli stesso profondamente malato. E’ spaventato, triste, fragile, con la prospettiva di un immediato futuro fatto di sofferenza, dolore, disperazione.
Melazzini racconta in maniera cruda le tante difficoltà per accettare una malattia che giorno dopo giorno lo disabilita, la resistenza a portare il bastone, e poi ad andare in carrozzella. Descrive la rabbia che gli impedisce di accettare la sua condizione di malato e il desiderio di rimanere solo e morire lontano da tutto e da tutti.
Nel punto più basso della sua disperazione, Melazzini racconta di aver pensato seriamente alla forma moderna di eutanasia, cioè al suicidio assistito.
Nel maggio del 2003 scrive ad una clinica svizzera, "Dignitas", e risponde a tutti requisiti richiesti per iniziare le pratiche che dovrebbero portarlo alla morte.

Telefona alla clinica perché gli sembra assurdo che per suicidarsi basti un’e-mail. La telefonata è surreale. "Mi sembrava di parlare con un impiegato del ministero – racconta Melazzini – Ho sentito un gelo incredibile". Continua a leggere

Chi vuole può prelevare il codice banner che preferisce ed inserirlo nel proprio blog con un semplice copia/incolla.

La Vita è adesso       SI' ALLA VITA        Guarda la vita

CODICE BANNER 1:
<a href="http://cazzeggiolibero.splinder.com/tag/dialoghi+dell+anima&quot; target="_blank"><img height="85" border="0" width="90" title="La Vita è adesso" src="http://image.blingee.com/images16/content/output/000/000/000/560/424175303_103243.gif&quot; alt="La Vita è adesso" /></a>

CODICE BANNER 2:
<A href="http://ilpostochecercavobioetica.blogspot.com/2009/05/volete-aderire-uniniziativa.html"><img height="60" border="0" width="90" title="SI’ ALLA VITA" src="http://image.blingee.com/images16/content/output/000/000/000/560/424181051_357486.gif&quot; alt="SI’ ALLA VITA" /></a>

CODICE BANNER 3:
<a href="http://cazzeggiolibero.splinder.com/post/20489273/L%27iniziatica+continua"><img title="Guarda la vita" height="90" alt="Guarda la vita" width="86" border="0" src="http://image.blingee.com/images16/content/output/000/000/000/560/424188147_47229.gif" /></a>

Annunci

Commenti su: "L'iniziativa continua" (4)

  1. sottoscrivo

  2. Grazie…

    Il post è ancora incompleto ma splinder non consente di editare il post

  3. Sì alla vita[..] Eccomi, per rispondere all’appello di Vivana, ribadisco che non voglio convincere nessuno. Che sono cose in cui credo, e penso che siano ampiamente condivise, come i tre Sì e i tre No, che ci vengono suggeriti dal manifesto "liberi per [..]

  4. Messo bannerino nel mio blog!
    Fa bellissima mostra di sé! 🙂
    Grazie Viv, sei speciale!
    diggiu

Dimmi la tua

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: