Un po' cazzeggio e un po' no, dipende dal giorno


Autori: Terry
Viviana

Carissimi amici,
i più sagaci di voi ci avranno già "sgamato" da un po’: stiamo tramando qualcosa, nell’ombra…Ombra? Ma dài, che i contorni si intravvedono già! Basta solo dare un po’ di potenza all’alogena! 🙂

Insomma, c’è questo business-man in Svizzera, che aveva già avviato una fiorente attività di "suicidio assistito" per malati terminali. La struttura da lui gestita, a differenza di analoghi centri esistenti in Belgio e Olanda, è aperta agli stranieri. Molti italiani sono in attesa, 15 purtroppo sono già stati uccisi.

La cosa terrificante (come se la "base" di partenza non fosse già, di suo, agghiacciante) è che quest’uomo proprio in queste settimane sta parlando apertamente di ampliare enormemente il suo business.

Come? Semplicissimo: ampliando l’offerta del "servizio" a tutti. Non più solo i malati terminali. Non più solo i malati. Chiunque voglia morire. Anziano, giovane, giovanissimo. Purchè paghi.

Ora noi, pur sapendo di avere, umanamente parlando, pochissime ‘chances’, non vogliamo rimanere zitti e indifferenti.

Vorremmo solo che chiunque pensi al suicidio dia un ultimo sguardo al miracolo della vita, prima di compiere un gesto estremo.

Abbiamo predisposto alcune semplici iniziative, e ve le presenteremo nel corso dei prossimi giorni.

Ecco i primi strumenti da noi predisposti:

a) un video * ora è su you tube, il codice disponibile lì

b) il post di Terry "Ludwing Minelli..come arricchirsi sulla povera gente"

c) il post di Terry "Io non ho paura di…vivere!"

Ciascuno di voi, senza doverci rendere conto di nulla, se lo riterrà utile, "preleverà" ciò che vuole.

Per quanto riguarda il codice del video (per pubblicarlo su un blog)invece potete richiederlo contattandomi, nello spazio mail del blog.
Annunci

Commenti su: "Volete aderire a un'iniziativa?" (23)

  1. di’ la verità: sei tu che hai preparato il video!
    Complimenti!

    Io continuo a pensare a R.Benson che previde questo obbrobrio nel 1907…

  2. Viv, ma non so che dire, ho visto li video e ora sto male.
    Lascia che mi riprenda, posso solo dire che non posso capacitarmi, che se è vero (e non ho motivo di non crederlo) ci dovrebbe essere una denuncia.
    Lasciami riflettere.
    Un abbraccio

  3. Il video è opera di Terry, mio solo il testo peraltro già pubblicato :-)))))

  4. Sì, lo voglio!

  5. Inno alla vita

    La vita è un’opportunità, coglila.
    La vita è bellezza, ammirala.
    La vita è beatitudine, assaporala.
    La vita è un sogno, fanne realtà.

    La vita è una sfida, affrontala.
    La vita è un dovere, compilo.
    La vita è un gioco, giocalo.
    La vita è preziosa, abbine cura.

    La vita è ricchezza, valorizzala.
    La vita è amore, vivilo.
    La vita è un mistero, scoprilo.
    La vita è promessa, adempila.

    La vita è tristezza, superala.
    La via è un inno, cantalo.
    La vita è una lotta, accettala.
    La vita è un’avventura, rischiala.

    La vita è la vita, difendila.

    Madre Teresa ne ha fatto il suo portabandiera.
    Dico no a questo obbrobrio e un

    Grazie per questa vostra campagna, stura orecchi e pulisci occhi.
    diggiu

  6. utente anonimo ha detto:

    Poiché mi rivolgevo a una religiosa e perdippiù filosofa, ho osato la citazione latina.
    Si tratta di questo: Apelle, il grande pittore greco, aveva appena finito un dipinto e un ciabattino che passava davanti alla sua bottega lo guardava ammirato. Avendo notato che c’era un’imperfezione nella forma dei calzari lo disse al pittore, il quale riconobbe la maggiore competenza del suo interlocutore, in quel campo, e si affrettò a correggere il dipinto. Il ciabattino, ringalluzzito dall’attenzione che un così rinomato artista gli concedeva, cominciò a criticare altre parti della figura, la proporzione delle membra, la foggia della veste, e a quel punto il pittore lo fermò con quella frase, che noi conosciamo in latino perché la dobbiamo a Fedro.
    Bernardini ha pieno titolo per parlare di scienza e Università, (e quando l’ha fatto è stato messo in croce metaforicamente) ma non è qualificato per parlare di organizzazioni religiose, perciò si merita i rimbrotti. Ma il tono usato dalla Suora mi è sembrato eccessivamente da Guerra dei Mondi.
    don Cave

  7. Carissimo Don Cave, La ringrazio della spiegazione, riguardo alla seconda parte del Suo commento non condivido la Sua impressione ma Lei è libero di fare le Sue valutazioni.
    Detto questo La invito, cordialmente, ad evitare altri, eventuali, commenti OT rispetto al post, visto che è un argomento che mi sta particolarmente a cuore.
    Grazie
    Viviana

  8. Pubblico solo il post, perchè NON SO METTERE I VIDEO SU SPLINDER!:-(
    Ma l’ho pubblicato su un altro mio blog e su FaceBook. Cara AnnaV, anche a me viene in mente Benson…
    Ciao Viv!

  9. Un grazie anche da parte mia,
    per il sostegno che ci state dando in questa iniziativa.
    un abbraccio:-)
    terry

  10. utente anonimo ha detto:

    Perchè mai un malato terminale non può lasciarsi morire?

    Morire 3 mesi prima o 3 mesi dopo abbrevia solo tante sofferenze, e allora perchè non farla finita prima?

    Voi cattolici siete proprio strani, ma non passerete

  11. Malato terminale?
    Qui si parla d’altro ripassa quando avrai imparato a leggere, basterebbe anche solo guardare le figure…

  12. Quest’uomo è un mostro!

  13. Aspetto di avere tempo ed illuminazione per scrivere qualcosa di adeguato. Il tema è importante e molto impegnativo perché l’eventuale post deve far venire voglia di vivere.

    Al commentatore anonimo 10
    “voi cattolici” questa espressione è già sufficiente per bollarlo come razzista. Non ha nemmeno rispetto del pensiero altrui e poi pretende pure di farsi spiegare che senso ha vivere…
    A parte il fatto che un malato “terminale” lo è per la scienza odierna, non possiamo sapere quali cure verranno messe a punto in futuro. Poi, esiste la terapia del dolore quindi rigiro la domanda: per quale dannato motivo si dovrebbe rinunciare alla vita?

  14. Prego. Io devo sempre fare le cose un po’ a modo mio, ma naturalmente, a modo mio, partecipo!

  15. @Grazie a tutti

    @Nihil lo so, infatti non mi è passato nemmeno per l’anti-camera del cervello di chiedertelo 🙂 sapevo che lo avresti fatto se lo avessi ritenuto opportuno, i modi noi li suggeriamo lìimportante è che se ne parli 😛

  16. utente anonimo ha detto:

    Se l’importante è che se ne parli, così partecipando,
    allora sono della partita.
    Lo farò a modo mio, non avendo blog o facebook, insomma.
    Il termine “agghiacciante” è quello che avrei effettivamente usato e che più volte, altrove da qui, su questo tema particolare, ho usato.

    Ogni bene.
    Alieno

  17. @Alieno intanto parlane… e poi ripassa… ad una delle iniziative potresti partecipare pur non avendo blog o siti

  18. Valgono i post già scritti?…lo ammetto, sono un po’ pigro… :-/

  19. @Poemen: Valgono 🙂

  20. Sì alla vita[..] Eccomi, per rispondere all’appello di Vivana, ribadisco che non voglio convincere nessuno. Che sono cose in cui credo, e penso che siano ampiamente condivise, come i tre Sì e i tre No, che ci vengono suggeriti dal manifesto "liberi per [..]

  21. Sì alla vita[..] Anch’io voglio rispondere all’appello della "zia" Viviana, per un Sì alla vita! Oggi, niente canzone, solo musica, ma tanto qui, le regole le faccio e le disfo io! Quassù in montagna, in mezzo alla natura; dove, specialm [..]

  22. E’ desolante.

    E’ desolante due volte.
    Una volta perche’ alla base di questa clinica non c’e’ il dolore del singolo ma l’insufficienza o l’incapacita’ di fornire speranza, prospettive, futuro e vita degna di essere vissuta.

    Un’altra volta perche’ si fa della disperazione un business lucrabile.

    mi permetto di gridare questo controappello: IL MALE NON E” LA CLINICA DELLA MORTE , MA LA MANCANZA DI SPERANZA. LA LATITANZA DEGLI UOMINI E DEI FRATELLI, LA MANCANZA DI COMPASSIONE, LA SOLITUTUDINE E L’INDIFFERENZA… IN UNA SOLA PAROLA: LA LATITANZA DI DIO.

    ps
    se non si e’ in grado di dare speranza e prospettive a chi soffre non solo la clinica non chiudera’ ma si moltiplicheranno. Curiamo il male con una medicina efficace, non ci interessano i sintomi.

  23. @Red quello che dici è vero, cominciamo a combattere indifferenza e solitudine 🙂

Dimmi la tua

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: