Un po' cazzeggio e un po' no, dipende dal giorno


Annunci

Commenti su: "E con questo ho detto tutto!" (15)

  1. mia cara, che grinta stamattina!

  2. Benvenuta nel club! Io mordo anche l’aria!!!!

  3. utente anonimo ha detto:

    Gentile Viviana,
    vorrei chiederle la cortesia di permettermi di usare questo post per rispondere a suor Nihil.
    In realtà non è alla Suora che voglio rispondere, ma a quelli che si stanno abbuffando di pop corn e patatine e fra poco comincerebbero ad annoiarsi se sul palcoscenico non accade niente.
    Non desidero continuare a creare imbarazzo alla preside che, benchè abbia idee lontane dalle mie, mi ispira simpatia, e per questo risponderò, con calma, solo se lei, Viv, mi darà il permesso.
    E poi mi sembra che la foto si adatti meravigliosamente alla circostanza. Sente le grida?: “Vieni giù Daniele, nella fossa dei leoni!”
    Visto che è una tigre, è anche meglio!
    Prima che mi dia il permesso, la devo informare che il nick “Cave”, che non userò più, può essere letto in due modi. Il primo ovviamente latino che significa “sta’ attento” e infatti compare spesso nell’espressione “cave canem”. La seconda è francese e significa “cantina, sotterraneo” e compare nel titolo di un romanzo di André Gide “Les caves du Vatican” in italiano “I sotterranei del Vaticano”, divertente, ma così irreligioso che non lo consiglierei mai a una suora.
    Mi dispiace se continuo a rovinarle i post con gli OT, ma in questa circostanza invoco il caso di forza maggiore. Se l’ho disturbata mi perdoni e cancelli pure il commento, e poi… “Sursum Corda!” (e questo non te lo traduco nemmeno se mi dai un sacchetto intero di patatine).

  4. …. latino… francese… non ci siamo mio caro…:-)

    Usa quel che vuoi, i post “seri” credo di riconoscano, mi indigno solo per quelli per il resto fai pure.

    Continua pure a rispondere alla SuorPreside, conto di arrivare seriamente anche io a breve, secondo me ti fai male… un suggerimento: ripassa bene il ‘700 😛

  5. utente anonimo ha detto:

    Grazie per l’ospitalità.
    Ci sentiremo presto.

  6. utente anonimo ha detto:

    vorrei iniziare dal n. 5

    5) Bruciare i libri??? Sacrilegio!!!
    Specialmente se seduti sulla catasta dei libri ci sono gli autori e gli incauti lettori, ben legati e vestiti col camicione intriso di zolfo fornito dai domenicani.
    Se intorno al ‘600 la mite suorina fosse stata pizzicata all’uscita dalla Feltrinelli con la sporta piena di libri di Odifreddi, Dan Brown, Darwin, Pratchett, Rowling, dal cardinale Bellarmino in visita ispettiva, avrebbe avuto le sue belle gatte da pelare a spiegare perché trafficava con questa massa di librorum, tutti severamente prohibitorum. Ma anche il sant’uomo avrebbe corso il rischio di giocarsi l’onore degli altari se dal fondo della borsa della suora fosse spuntato un modem per il collegamento a internet, ovvero qualche centinaio di migliaio di libri che ti entrano sullo schermo del monitor senza il permesso di Santa Romana Chiesa. Ci sarebbe voluta tutta la sua santità per trattenersi dallo strozzare seduta stante la suorina con il cavo di collegamento in dotazione. Perciò rallegriamoci se l’Indice dei libri proibiti, istituito da papa Paolo IV nel 1559, sia stato abolito nel 1966, anche se dopo l’entrata dei Piemontesi a Roma nel 1870, il papa quel libro se lo poteva solo sfogliare nei pomeriggi uggiosi per ricordarsi i tempi belli di una volta. Chi dobbiamo ringraziare per esserci liberati da ingiuste proibizioni che hanno oppresso per secoli i nostri antenati? Lo vedremo in seguito. Certo non papa Pio IX che si è rinchiuso in Vaticano, mentre i piemontesi entravano in Roma, solo dopo aver emanato il Sillabo, la raccolta di 80 proposizioni che condannava almeno 40 delle cose più comuni e piacevoli che oggi siamo liberi di fare. Il fatto che Benedetto XVI sia andato in America con la croce pastorale di Pio IX e abbia celebrato alcuni riti con il calice di San Roberto Bellarmino, il mastino della controriforma, la dice lunga su come B16 la pensa sulla modernità. (E poi, festeggiare il compleanno a casa di Bush, il figlio di papà, debosciato e ubriacone in gioventù, che si rifà una verginità da cristiano rinato giusto in tempo per rovinare gli Stati Uniti con una guerra criminale e una politica economica insensata!)

    appena ho tempo, il n. 4

  7. Non vedo l’ora…..

    Però se Le capita mi spiega che c’entra con il post da cui tutto è partito?
    Sono certa che Lenin, Mao o chi per loro avrebbero accettato con altrettanta apertura la Bibbia…

    Non ho capito se a Lei è rimasto un po’ sullo stomaco scoprire che anche le suore si incazzano…

  8. Don Cave… la invito gentilmente a fare un copia/incolla di quanto scritto e postarlo nel blog di Suor Nihil (suorina mi infastidisce un po’).
    Le garantisco la mia assidua presenza ed è più facile che la diretta interessata legga.
    Grazie per la comprensione.
    Viviana

  9. utente anonimo ha detto:

    qui si spiega come sono capitato sul blog della Suora-Preside-Con-i-Guantoni (va meglio così?)

    4) E dove avrebbe letto che io voto Berlusconi???
    Chi ha detto che la suora vota per Berlusconi? Nessuno!
    Io ho detto:”Ho cercato di capire perché, mentre io provo a combattere contro Berlusconi, la Chiesa Cattolica lo difende.”
    Forse ho capito dov’è l’equivoco, e provo a spiegarmi meglio. Quando dico Chiesa Cattolica so che può significare la Comunità dei Credenti, dal papa, i vescovi, i preti, i frati, le suore e tutti i fedeli laici, ma mi pare implicito, e comunque lo sottolineo, che mi riferisco all’orientamento dato dalla gerarchia, e so che non viene seguito in modo assoluto; altrimenti chi rimarrebbe a votare per Casini, la Binetti, Rosy Bindi, o anche altri, visto che i cattolici sono milioni. L’argomento del post era la lettera a Bernardini, (non spedita ma ampiamente reclamizzata sui siti cattolici) e ci tornerò nel trattare i punti da 1 a 3. Ma poiché ho iniziato io a parlare di Berlusconi è obbligo che dia conto da dove sono partito. Visitando il blog di Berlicche ho trovato un post del [ martedì, 25 gennaio 2005
    La politica delle puttane
    Uno dei ricordi più vividi di quando ero all’Università è la volta che, discutendo,  un nostro amico ci disse: “Noi cattolici, in politica, dobbiamo essere come le puttane. Dobbiamo andare con chi ci offre di più, perchè il nostro solo criterio è costruire un luogo migliore per tutta la gente, e siccome il potere (di solito) non ce l’abbiamo, dobbiamo farci amico l’Imperatore ed ottenere da lui il più possibile.”
    Lo stesso criterio (con termini meno crudi) lo ha enunciato anche il Cardinale Ratzinger: la politica è mediare tra le diverse opinioni in vista di un bene comune.]
    Ho pensato subito a Berlusconi. Avete letto in che termini Veronica Lario parla dell’Imperatore? Mi è venuta la curiosità di sapere chi fosse quell’amico ( io direi Maestro) che impartisce un insegnamento apparentemente così triviale che invece viene richiamato dalla memoria della propria formazione giovanile per introdurre le parole certo più alate di colui che poco dopo sarebbe diventato papa col nome di Benedetto XVI. Non sono riuscito a saperlo, ma non importa.
    Sono arrivato successivamente al post, sempre di Berlicche, del [venerdì,11 aprile 2008
    Appello finale
    Non so a voi, ma a me questa campagna elettorale ha (e chiedo venia ai miei lettori più sensibili ma mi mancano termini maggiormente adeguati) sfrucugliato i marroni.] che non riporto integralmente ma che ho trovato interessante ma anche superato dai tempi. Interessante perché ho avuto la conferma che l’estensore del post non ha tradito la linea di trivialità iniziata dal misterioso Nostro Maestro. Superato perché Berlusconi nella sua vulcanica inventiva è già passato dalla “Politica DELLE Puttane” al format della “Politica CON LE Puttane”.

  10. utente anonimo ha detto:

    Gentile Viviana, non volevo deludere le vostre attese di una risposta ma non voglio mettere commenti come quello precedente sul blog di una suora. Se le interessano se li venga a leggere qui. Ma forse ti crea disturbo il tenore delle risposte, o forse il traffico che generano. Non ho capito. Se non vuoi altri commenti dimmelo chiaramente : non mandarmi più niente! e non te ne mando più.

  11. 1. Ti sarei grata (tralascio il Lei perchè inizio a seccarmi, poi la trivialità fin ora letta ti parrà roba da educande!) se leggessi quanto ti ho scritto nel commento 8

    2. Sinceramente non capisco ora che c’entra Berlicche, e non ho nessuna intenzione di andare a leggere i suoi vecchi post.

    3. I cazzi di Berlusconi e della Lario, per usare un linguaggio matematico (le proporzioni nella fattispecie), stanno a me come il due di coppe quando regna bastoni.

    4. Avevi paura di andare a scrivere la parola “Puttana” nel blog di Nihil?

    5. Dopo sta titara… e quando hai finito i punti mi spieghi, cortesemente, combattendo Berlusconi chi appoggi?

    Alla prossima sarò meno gentile…

  12. Nihil ha letto i tuoi commenti… ma intende risponderti esclusivamente sul suo blog…

  13. Aggiungo:
    Sei partito dal post di Nihil a Bernardini, avresti preferito che una suore stesse zitta a farsi sfottere da uno… è questo il problema?

  14. @ Don Cave
    Naturalmente ho letto subito quello che ha scritto qui, perchè il blog di Viviana è come il salotto di un’amica, per me!
    Mi dispiace se quello che ho risposto a Bernardini le sembra intollerante. Le faccio notare che il mio è un piccolo blog: quando scrivo qualcosa, conto che lo leggano massimo massimo una sessantina di persone (quello era il numero di visite del blog all’epoca, ora è un po’ cresciuto), ma neanche, perchè molti contatti sono delle stesse persone, che tornano -come Viv – a farsi un giretto per vedere i commenti. Non posso prevedere che un post sia ripreso da altri bloggers, perchè è loro piaciuto, e quindi acquisti quella maggiore visibilità che ora lei mi rimprovera un po’: Voce dal sen fuggita/poi richiamr non vale/non si trattien lo strale/quando dall’arco uscì.
    Tuttavia nei commenti sottolineavo che un po’ della virulenza della risposta era dovuta al mio umore di quei giorni… mi riservo il diritto, pur se suora, di essere delle volte un po’ nervosa e pronta alla risposta risentita. Spero che l’aver letto così diligentemente il mio blog possa mitigare l’impressione negativa di questo post. E se poi così non è, ripeto quello che dissi a qualcun’altro: il mondo è grande, andate in altri blog più rispondenti ai vostri gusti…
    Per il resto, spero non voglia infliggermi una paginata di storia per ogni punto. Quando dico che per me bruciare i libri è blasfemo, dico che per me bruciare i libri è blasfemo. Non intendo fare un corso sulla bruciature dei libri nei secoli. Nè intendo discutere su tutte le colpe della Chiesa … il mio abito rende ragione a sufficienza di cosa io pensi in proposito. Io non conosco altro luogo dove incontrare Cristo; il resto non mi interessa.
    Infine, un dubbio mi resta, ma spero che voglia tornare a discutere di là da me, e non dar noia qui a Viviana…
    Lei ammette che Bernardini dicendo quella frase ha esulato da ciò che aveva diritto di dire (ciabattino, eccetera); però ritiene che io sola sia meritevole di biasimo, benchè abbia solo risposto e non abbia usato toni violenti, seppur magari risentiti (ho forse suggerito di privare il professore della sua libertà, come lui suggeriva di privarne me?). Come mai?
    Solo perchè Bernardini vota presumibilmente per il partito da lei preferito?
    Io mi occupo molto poco di politica. Non credo che leggere il mio blog possa illuminarla su quello che dice Berlicche (penso che possa rivolgersi a lui direttamente, per questo), nè credo che il mio blog sia il luogo giusto per chiedere conto di quei post elettorali. Lei ha detto di essere capitato nel mio blog cercando di capacitarsi del perchè certi cattolici votano Berlusconi: e io mi stupisco (e un po’ mi indigno pure) che una simile risposta possa essere cercata nel mio blog. Sarebbe più adeguato cercarvi foto dell’insetto stecco…

  15. posso testimoniare che anche “quindici uomini sulla cassa del morto” fa aumentare le visite!

Dimmi la tua

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: